Che dio me la mandi buona, Manuela Pigna

L’immagine, fornita dall’autrice stessa, è stata disposta in diverse varianti nelle bozze proposte, alcune delle quali qui mostrate. Le bozze vedono diversi font tra quelli ritenuti più adatti all’idea del romanzo e all’immagine stessa. Ingrandimenti, grafiche e filtri hanno poi permesso di ottenere alcune idee tra cui è stata poi scelta la cover definitiva per l’ebook e successivamente per la versione di stampa.